IRON BODY Forum - Body Building Fitness e Forza
Ottobre 02, 2014, 03:19:43 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Benvenuti sul Forum di IRONBODY.it Bodybuilding Fitness e Forza
 
Pagine: 1 [2]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: La cintura addominale!  (Letto 23391 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Fitstranger
Global Moderator
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 11



WWW
« Risposta #15 inserito:: Giugno 06, 2012, 12:56:28 »

Salve ragazzi,
mi intrometto in questa discussione per postarvi un mio "vecchio" scritto ancora presente nel forum, che forse potrà rafforzare l'idea di non usare la cinta durante il training. Sperando di avervi fatto cosa gradita vi auguro buon lavoro.

La cintura è un accessorio di cui spesso si abusa nelle sale pesi. Ma la cintura serve veramente? Sicuramente no se l’uso è finalizzato al sollevamento di 25 kg per l’allenamento dei bicipiti o per esercizi che prevedono una posizione orizzontale del corpo, situazione in cui la colonna vertebrale è già quasi totalmente libera dalle compressioni. Lo scopo della cintura di cuoio è piuttosto quello di aumentare la pressione all’interno dell’addome, in modo da mantenere più ferma la colonna vertebrale nel caso di sovraccarichi notevoli. È errato pensare che serva per sollevamenti di media entità. La muscolatura addominale, se correttamente tenuta in esercizio, è perfettamente in grado di ridurre la maggior parte delle sollecitazioni alla colonna vertebrale.

Per contro, un utilizzo sconsiderato della cintura di sostegno non permette di mettere in giusta contrazione i muscoli dell’addome, che
tenderanno a impigrirsi e a non essere più pronti nei momenti di necessità. In sostanza la cintura si comporta allo stesso modo di come si comporterebbe un busto: sostenendo la colonna, ma facendo perdere, al contempo, forza e coordinazione alla cintura addominale.

L’uso della cintura è consigliato soprattutto quando si sollevano pesi molto elevati, in particolare quando questi tendono a comprimere la colonna vertebrale dall’alto verso il basso. È il caso degli atleti che praticano il sollevamento pesi olimpico. I record parlano chiaro: a seconda delle categorie, questi atleti sollevano sopra la testa pesi dell’ordine di 300-400 kg, con una tecnica che prevede elevazioni di slancio del bilanciere.

Se non fate parte di questa categoria di atleti o se nei prossimi giorni di allenamento non prevedete sollevamenti dell’ordine di un centinaio di chili, provate a evitare gli infortuni alla colonna vertebrale semplicemente rinforzando la parete addominale ed eseguendo tutti gli esercizi con
una tecnica più corretta.

Concludo facendovi notare che, in genere, i powerlifter tendono a non utilizzare la cintura durante gli allenamenti. La indossano soprattutto durante le gare, dove si tenta sempre di portare al massimo la propria prestazione. Inoltre sembra che negli strappi e negli slanci, la cintura riesca a fornire un ottimo sostegno, tanto da migliorare le prestazioni di sollevamento degli atleti, almeno questo riportano alcuni studi.

Il problema è che gli studi sono spesso contrastanti, anche se nella maggior parte dei casi sono concordi sull'inutilità della cintura (fatte le debite eccezioni d'uso!).

Una curiosità riferita ai cambiamenti dei valori di frequenza cardiaca e consumo di ossigeno durante l'uso della cintura

 - Thomas G. Bobick, Jean-Louis Belard, Hongwei Hsiao e James T. Wassell - 2001
"Physiological effects of back belt wearing during asymmetric lifting"

L'analisi dei dati di questo studio indica che indossando una cintura durante il sollevamento pesi asimmetrico non si è avuto un effetto significativo sui valori medi della frequenza cardiaca, sistolica e diastolica, e la frequenza respiratoria. Sembra invece che indossando la cintura ci sia stato un effetto significativo sul consumo di ossigeno dei soggetti testati.


Buon lavoro a tutti

FIT
Registrato

Un esperto è una persona che sa sempre di più su sempre di meno, fino a sapere tutto di nulla. (Max Weber)
Drew
Full Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 552



« Risposta #16 inserito:: Giugno 06, 2012, 10:34:22 »

È il caso degli atleti che praticano il sollevamento pesi olimpico. I record parlano chiaro: a seconda delle categorie, questi atleti sollevano sopra la testa pesi dell’ordine di 300-400 kg, con una tecnica che prevede elevazioni di slancio del bilanciere.

Questa è un'affermazione totalmente errata.
Se prendiamo d'esempio la categoria di peso maggione nel weightlifting olimpionico ( la +105), il record massimo di snatch appartiene a Hossein Rezazadeh con il peso di 212Kg realizzato alle olimpiadi di Sidney nel 2000. Sempre di Hossein è il record mondiale di clean & Jerk con 263 Kg.
Come vedete, siamo ben lontani dal sollevare sopra la testa pesi dell’ordine di 300-400 kg.  rolleyes
[yt=425,350]FOE-PZJq2sk[/yt]

Concludo facendovi notare che, in genere, i powerlifter tendono a non utilizzare la cintura durante gli allenamenti. La indossano soprattutto durante le gare, dove si tenta sempre di portare al massimo la propria prestazione. Inoltre sembra che negli strappi e negli slanci, la cintura riesca a fornire un ottimo sostegno, tanto da migliorare le prestazioni di sollevamento degli atleti, almeno questo riportano alcuni studi.

Anche qui sono presenti alcune inesattezze
Nel powerlifting non è corretto affermare che l'utilizzo della cintura è limitato negli allenamenti, dato che esistono delle precise istruzioni sull'uso di essa, cioè SEMPRE nello Squat e nel Deadlift con carichi dall'80% del massimale in su, e in alcuni casi, anche con carichi dal 70% quando si è in condizioni di particolare stanchezza degli erettori spinali.

Inoltre vorrei far notare il fatto che non si capisce bene se per l'autore di tale articolo, Powerlifting e Weightlifting olimpico siano la stessa disciplina.

Nel weightlifting ( oltre al fatto che la tipologia di cintura utilizzata è totalmente differente rispetto a quella utilizzata nel powerlifting, che a sua volta non ha nulla a che vedere con le classiche cinture strette davanti e spesse dietro che si è soliti vedere nelle palestre), l'uso della cintura è limitato al massimo NON per il suo effetto deallenante dell'addome, ma semplicemente perchè creerebbe un ostacolo nella traiettoria del bilanciere fra le fasi di "tirata", "fase aerea" ed "incastro" nello Strappo, e nelle fasi di "stacco" e "caricamento" dello Slancio , perchè molto vicino all'addome stesso.


Per il resto concordo con tutto.
« Ultima modifica: Giugno 06, 2012, 01:43:55 da Drew » Registrato

Generic 4
tanotnt
Sr. Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2037


La volontà è l'unico limite che esiste


« Risposta #17 inserito:: Giugno 06, 2012, 12:28:11 »

Potresti essere così gentile da spiegare la differenza tra i diversi tipi di cinture, e se capita, anche la differenza tra i powerlifter e i weightlifter olimpionici?
Grazie
Registrato
Generic 4
ciubecca
Administrator
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1676



WWW
« Risposta #18 inserito:: Giugno 06, 2012, 12:54:57 »

Salve ragazzi,
Bentornato Ale!!!  clap


tanotnt, Il WL è una disciplina completamente differente dal PL e basata anche su differenti movimenti.
Registrato

"...There is a fine dividing line between enough work and too much work.
..Overenthusiastic workouts produce bloated muscle tissue, but no gains. ""
(Vince Gironda)
Drew
Full Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 552



« Risposta #19 inserito:: Giugno 06, 2012, 01:42:47 »

Potresti essere così gentile da spiegare la differenza tra i diversi tipi di cinture, e se capita, anche la differenza tra i powerlifter e i weightlifter olimpionici?
Grazie

Certamente!  biggrin

le cinture sono modellate in base alle varie caratteristiche delle discipline.
le cinture che siamo soventi utilizzare nelle palestre, sono quelle classiche spesse dietro ( valori che si aggirano tra i 10 e i 15cm ) e strette davanti (generalmente 6cm), costruite sulla base del concetto di "supporto lombare posteriore", a mio avviso inesatto.


La tipologia di cintura usata dai Powerlifter è invece alta 10 cm per tutta la sua lunghezza e lo spessore può variare dai 10mm ai 13mm ( valore massimo consentito dal regolamento IPF).
Esse hanno lo scopo di fornire supporto a tutta la fascia addominale, soprattutto nella parte frontale, in modo da fornire un punto d'appoggio alla muscolatura, che sotto sforzo sarà impegnata ad impedire l'espansione in avanti della cavità addominale, contribuendo ad aumentare la pressione interna, fornendo supporto alla colonna vertebrale dove serve, cioè davanti ad essa.
 

Nel caso del weightlifting, non esiste una cintura specifica vera e propria, appunto perchè come spiegato sopra, sarebbe d'intralcio alla traiettoria del bilanciere, però in molti video si vedono atleti che portano una cintura simile a quelle utilizzate dai Powerlifter ma più stretta, 5-6 cm di larghezza, probabilmente perchè le minori dimensioni creano meno intralcio all'esecuzione degli esercizi fornendo comunque un minimo di supporto.
cinture del genere vengono utilizzate anche dai powerlifter nella specialità della Benchpress geared, però con uno scopo diverso ancora, cioè l'impedire che nella fase di incastro la maglia da panca scivoli verso le spalle andando "fuori spinta".


comunque non è raro vedere negli allenamenti Weightlifter che utilizzano semplici cinture da "bodybuilding", perchè oltre al fatto che lo spessore anteriore è sufficientemente stretto da intralciare il meno possibile la traiettoria del bilanciere, sono piu economiche e semplici da reperire.



Per quanto riguarda la differenza tra Powerlifting e Weightlifting olimpico, sarebbe come domandare che differenza che c'è tra la formula 1 e WRC. entrambi utilizzano delle autovetture, ma l'uso che ne fanno è ovviamente diverso.

Prima di tutto cambiano gli esercizi di gara:
Nel WL le discipline sono lo Strappo e lo Slancio ( una volta era presente anche il Press, ma a causa dei feedback negativi da parte degli atleti è stato eliminato perchè considerato troppo pericoloso se portato al limite come accade nelle competizioni).

Nel PL le discipline sono Squat, Bench Press e Deadlift.

In secondo l'uogo possiamo parlare della diversa tipologia di sforzo fisico richiesto:
Nel WL lo sforzo richiesto sarebbe quello di riuscire ad imprimere la massima accelerazione al bilanciere nel minor tempo possibile.
Nel PL invece lo scopo è quello di sviluppare la più alta forza massimale possibile che il sistema neuro-muscolare riesce ad esprimere in una massima contrazione volontaria.

( queste sono definizioni scolastiche, chiunque abbia approfondito le metodiche degli allenamenti della forza, sa di per certo che i due sport hanno degli elementi in comune ).
« Ultima modifica: Giugno 06, 2012, 01:49:14 da Drew » Registrato

Fitstranger
Global Moderator
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 11



WWW
« Risposta #20 inserito:: Giugno 06, 2012, 05:59:11 »

Ciao Ciubecca, grazie. Un salutone a te e agli altri amici del forum.
Ogni tanto mi libero dagli impegni e faccio una capatina. Giusto in tempo per prendermi i rimproveri (giusti) da Drew! Grin

Faccio subito ammenda per le inesattezze fattemi giustamente notare da Drew, in particolare quelle riferite ai 300-400 kg. In realtà mi venivano in mente i carichi del deadlift (che i realtà in questo caso la portano la cinta..), ma poi ho inserito la frase "sopra la testa" e letto così è uscita fuori una frase "non sense". Mi scuso per la castroneria. worthy
Per quanto riguarda la disciplina in effetti facevo riferimento in modo particolare al W.L. olimpionico. Disciplina che effettivamente prevede un uso inferiore della cinta, anche per un intralcio al gesto tecnico, così come ricordato da Drew. Per vari motivi ho spesso avuto modo di assistere agli allenamenti di alcuni nazionali della disciplina olimpica (FIPE) e quindi il mio riferimento era soprattutto verso tale disciplina.

Purtroppo, vista l'ora in cui mi sono collegato, mi sono limitato ad un copia e incolla di miei diversi post già inseriti. Sinceramente non mi sono preoccupato nemmeno di rileggere quanto scritto... crollato due minuti dopo ah ah ah! sleep_1

Però mi fa piacere trovare nel forum sempre più persone attente e preparate. Ogni tanto ci vogliono.

Un salutone e (se riesco...) a presto.

FIT
« Ultima modifica: Giugno 06, 2012, 06:37:14 da Fitstranger » Registrato

Un esperto è una persona che sa sempre di più su sempre di meno, fino a sapere tutto di nulla. (Max Weber)
Drew
Full Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 552



« Risposta #21 inserito:: Giugno 06, 2012, 07:08:13 »

Ciao Ciubecca, grazie. Un salutone a te e agli altri amici del forum.
Ogni tanto mi libero dagli impegni e faccio una capatina. Giusto in tempo per prendermi i rimproveri (giusti) da Drew! Grin

Faccio subito ammenda per le inesattezze fattemi giustamente notare da Drew, in particolare quelle riferite ai 300-400 kg. In realtà mi venivano in mente i carichi del deadlift (che i realtà in questo caso la portano la cinta..), ma poi ho inserito la frase "sopra la testa" e letto così è uscita fuori una frase "non sense". Mi scuso per la castroneria. worthy
Per quanto riguarda la disciplina in effetti facevo riferimento in modo particolare al W.L. olimpionico. Disciplina che effettivamente prevede un uso inferiore della cinta, anche per un intralcio al gesto tecnico, così come ricordato da Drew. Per vari motivi ho spesso avuto modo di assistere agli allenamenti di alcuni nazionali della disciplina olimpica (FIPE) e quindi il mio riferimento era soprattutto verso tale disciplina.

Purtroppo, vista l'ora in cui mi sono collegato, mi sono limitato ad un copia e incolla di miei diversi post già inseriti. Sinceramente non mi sono preoccupato nemmeno di rileggere quanto scritto... crollato due minuti dopo ah ah ah! sleep_1

Però mi fa piacere trovare nel forum sempre più persone attente e preparate. Ogni tanto ci vogliono.

Un salutone e (se riesco...) a presto.

FIT

ah! ecco spiegato tutto!  Grin

Si, comunque il mio non voleva essere un rimprovero, ci mancherebbe altro, semplicemente volevo spiegare alcune presunte inesattezze riguardanti il campo che mi compete, cioè il Powerlifting. in fondo i forum servono proprio a questo no? confrontarsi per imparare.

Mi pare di capire che tu sia molto ferrato sul WL, ottimo!!! è uno sport che mi ha sempre affascinato, mi piacerebbe confrontare le metodiche del WL con quelle del PL.  smile
Registrato

the_pilonwolf
Sr. Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1011



« Risposta #22 inserito:: Giugno 06, 2012, 08:17:51 »

E' sempre un piacere leggerti Fit, bello l'articolo e l'avevo già letto.

Per quello che riguarda la cintura...io l'ho abbandonata da oramai tre anni, in realtà ci sono situazioni in cui la uso (quasi solamente nei test massimali), ma lascio fare al mio corpo, quando inizio a traballare, la metto. Sono stato abituato, soprattutto nello squat, ad usarla per fare gli esercizi pesanti, solo ultimamente anche con % di carico alte non la uso per "purezza" dei miei massimali raw.
Registrato

"E' nei cambiamenti che troviamo uno scopo" Eraclito

Iubirea te iubesc mult!
Fitstranger
Global Moderator
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 11



WWW
« Risposta #23 inserito:: Giugno 06, 2012, 10:16:28 »

Ciao Pilon
Si, mi sembra di aver postato gli stessi nel lontano 2008!!!

Mi faccio perdonare con una notizia "simpatica" per gli utilizzatori "spasmodici" della cintura.

Avevate mai pensato di aumentare il rischio cardiovascolare con l'uso della cintura?  ohmy
Ebbene si! L'uso della cintura aumenta in modo significativo (dal 6% al 15%) i valori pressori, sia negli esercizi di tipo aerobico che durante il sollevamento di un bilanciere. Significa mettere uno sforzo in più al sistema cardiovascolare oltre all'aumento pressorio previsto per il sollevamento.

Quindi, gli individui con un sistema cardiovascolare compromesso (consapevoli o inconsapevoli di ciò) sono probabilmente più a rischio di un evento cardiovascolare quando intraprendono gli esercizi con una cinta di supporto per la schiena.

(toccatevi i maroni...ah ah ah )  asd
RIFERIMENTI
Journal of Strength & Conditioning Research:
The Effects of a Weight Training Belt on Blood Pressure During Exercise
Hunter, Gary R.; McGuirk, John; Mitrano, Nancy; Pearman, Paul; Thomas, Bruce; Arrington, Richard

« Ultima modifica: Giugno 08, 2012, 04:00:33 da Fitstranger » Registrato

Un esperto è una persona che sa sempre di più su sempre di meno, fino a sapere tutto di nulla. (Max Weber)
Tags:
Pagine: 1 [2]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a: